“GOD BLESS AMERICA”.

3000 MORTI.

Sono passati dieci anni dall’apocalisse “11 Settembre”. Dieci lunghi anni, in cui si sono scritte migliaia di pagine, ma una sola non sembra scritta, ed è quella della verità. In questo giorno della memoria, non mi stupisco del bombardamento mediatico che ci viene propinato dai vari telegiornali, commemorazioni, reportage..ecc ecc.. E’ UN DOLORE DEVASTANTE CHE SI RINNOVA. Ma è un dolore globale che porta con se molti quesiti e molte cose non dette e forse nascoste. Ho fatto un breve escursus su ciò che si trova nel web, su ciò che ho letto nei vari quotidiani, su ciò che ho ascoltato in tv e l’ho riassunto in pochi punti. Buona lettura.

Ma le Torri Gemelle erano state progettate per reggere all’impatto non di uno, ma di multipli aerei di quel tipo. Ecco allora che ci si domanda cosa ci facciano gli ”squibs” delle demolizioni controllate (gli ”sbuffi” di cemento, tipici delle cariche esplosive usate nelle demolizioni controllate),in quelli che dovrebbero essere dei semplici crolli passivi. Da dove viene la forza che scaglia quintali di povere di calcinacci a una distanza tale da creare un ”fungo” di macerie largo il doppio della Torre? Come mai ci sono dozzine di testimonianze filmate, in video, sui giornali, nelle interviste TV che raccontano di esplosioni multiple, ravvicinate, avvenute prima e durante i crolli stessi? Qual’è la forza che riesce a staccare dalla struttura della Torre un una trave di acciaio da cinque quintali, scagliarlo fino a colpire l’edificio di fronte?…(Fonte Web)
 

E io mi chiedo, Com’è possibile che centinaia di piani, si siano polverizzati ricoprendo New York di una spessa coltre di polvere, invece di rovinare in cumuli di macerie tipiche dei crolli passivi? Un cumulo di calcinacci, ma quintali e quintali di polvere, piccoli brandelli di cose e persone. Ambedue le torri, si sono letterelmente polverizzate dopo l’impatto e l’incendio, per quanto devastante esso sia stato. Che cos’erano tutti quegli scoppi che centinaia di testimoni hanno udito, prima dei due crolli? E perchè l’edificio n°7 del WTC, crollato alle 17.30, si è polverizzato anch’esso, ma senza esser stato colpito da alcun aereo?
 

E’ noto come sia impossibile volare per più di qualche minuto fuori rotta, nei cieli intorno a Washington, senza venire intercettati dai caccia della difesa americana. Nonostante questo i dirottatori hanno messo in atto un piano che avrebbe potuto funzionare solo se l’intero sistema di difesa fosse andato in tilt proprio in quel momento. Se ne sono andati tranquillamente a zonzo, per intere mezze ore, come se sapessero che la difesa non sarebbe mai intervenuta. L’AA77 addirittura è partito da Washington per colpire il Pentagono (che sta a un miglio di distanza), ma è andato fino all’Ohio prima di fare dietro front e puntare sulla capitale. Come partire da Fiumicino con l’intenzione di colpire il Colosseo, e andare fino a Milano a prendere la rincorsa, mentre non uno dei caccia stazionati nelle varie basi militari riesce curiosamente ad alzarsi in volo.(Fonte web, Ansa, Wiki)

Passaporti di terroristi che resistono alle fiamme dell’inferno e cascano intatti in mano agli agenti dell’FBI. Dilettanti dell’aria che non sono mai riusciti a prendere il brevetto per gli aerei da turismo, che si impadroniscono di Boeing da 100 tonnellate e gli fanno fare manovre degne della pattuglia acrobatica.
Il testamento di un terrorista che ricompare, senza nemmeno una scottatura, dallo schianto dell’aereo in Pennsylvania. La difesa aerea più impenetrabile del mondo che non riesce ad intercettare uno solo di quei quattro aerei dirottati nell’arco di oltre due ore. Un’FBI che in 48 ore riesce a darci la lista completa dei dirottatori, con tanto di fotografie, quando sulle liste passeggeri non compariva un solo nome arabo. Dirottatori maldestri, che riescono a seminare dappertutto copie del Corano e manuali di volo in quantità industriali. Passeggeri che telefonano coi cellulari da 8 mila metri di altitudine come se fossero dietro l’angolo.

QUESTO È STATO L’11 SETTEMBRE,
TUTTO QUESTO E NON SOLTANTO…

C’è soprattutto uno sceicco annoiato, che avrebbe ordito gli attentati senza nessun motivo apparente, mentre l’amministrazione Bush miracolosamente
trae più benefici da questa sua ”cattiveria”, come se lo avessero pagato apposta per farla. Talmente forte era la loro voglia di andarsi a prendere l’Afghanistan, che in seguito la Senatrice Feinstein ha scoperto che un preciso piano di guerra per invadere il paese fu messo sulla scrivania di George Bush, pronto da firmare, il 10 di Settembre 2001. Il giorno prima degli attentati. Per fare le guerre però ci vogliono anche tanti soldi, e quelli il parlamento te li dà solo se hai il pieno supporto della popolazione. Ma per avere quel tipo di supporto, bisogna che il ”cattivo” ci tocchi nell’intimo, colpendo il simbolo più caro che abbiamo della nostra civiltà. Nè basta certo che lo colpisca, bisogna che crolli rovinosamente, in maniera dolorosa e umiliante, che porti con sè migliaia di innocenti, per scatenare in noi quella paura e quello sdegno che ci faranno davvero volere la tua guerra fino in fondo. Con Pearl Harbour, in fondo, la cosa aveva funzionato.(Fonte web)

 

L’Associazione Familiari delle Vittime, nel denunciare Bush e Cheney per alto tradimento dello stato, vuole sapere:

a)come mai le porte dei tetti delle Torri fossero chiuse dall’esterno, impedendo così eventuali salvataggi con l’elicottero;

b) come mai tutto l’acciaio dei piloni di supporto sia stato svenduto in gran fretta, senza nemmeno essere prima analizzato;

c) come mai si disse agli occupanti della seconda Torre che non c’era nessun bisogno di evacuarla, mentre si sapeva già che un secondo aereo stava facendo rotta su di loro?

Sono oltre cento le domande di questo tipo, poste al governo dall’Associazione Parenti delle Vittime, che ancoraattendono una risposta.(Fonte Web)

 

Tutto sembra una mostruosa messa in scena, una carneficina progettata
a tavolino. Teorie ardite, complottiste e realiste, che fanno ripartire l’America dall’anno zero. Sono il sunto di una vecchia bacucca, che fa scrivere dalla sua badante. Ma è in questo post strambo, in cui rispolvero le varie tesi pseudo complottiste, che ricordo quei poveri cristi morti, eroi innocenti e anime inconsapevoli dei disegni del fato, dello Stato o di un DIO ancora una volta troppo distratto…
 

Ma questa commemorazione, serve agli USA per girare pagina, per far si che si ricomincia a vivere, all’ombra delle due nuove Liberty Tower.
All’ombra dei tanti dubbi, pseudo complotti e misteri.

Serve a far ricordare i defunti, gli eroi e le loro famiglie.

E allora, ” GOD BLESS AMERICA”…
 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

"UN TE' A PALAZZO D'INVERNO"

" Съ нами Богъ! - Con Noi Dio! "

Ultima spiaggia dei sogni

Amico mio se vuoi arrivare alla meta che ti sei prefissato non devi correre, ti basterà fare un passo dopo l’altro con calma meditata.

Stefano Santachiara

Giornalista d'inchiesta

Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

agoresblog

Ogni pensiero è libertà

pensierifusi

Un posto dove scrivere

Frank Iodice

Articoliliberi, Creative Writing, Incipit, Literature, Poems, Short Stories.

sguardiepercorsi

Immagini e riflessioni sulla vita quotidiana

∞ L' Eco del Vento ∞

♥ by Laura ♥

Suoni e Passioni

Siamo Musica

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

TeleradioNews ♥ il tuo sito web - qui trovi in prevalenza Italy/World News

«Se un uomo non ha coraggio di difendere le proprie idee, o non valgono nulla le idee o non vale nulla l’uomo» (Ezra Weston Loomis Pound)

Trip or Treat?

Viaggi, tatuaggi, pensieri e fotografie di Cabiria, una fissata con l'Asia, che ogni tanto scappa anche a Ovest.

Alchimie

Bramo l'arte e la storia. La bellezza miro.

slowforward

entropia gratis

attentialconiglio

anche i conigli mordono

L'emporio circolare

"Costa meno fatica stare a detta, che non il giudicare d'ogni cosa con il proprio giudizio." Frusta Letteraria, 1830

Bruce

Non è ciò che non sai che ti mette nei guai. È ciò di cui sei sicuro e che non è come credi.

Keypaxx

Vita, storie e pensieri di un alieno

I camosci bianchi

Blog di discussione sulla montagna, escursionismo, cultura e tradizioni alpine

Le trame incompiute

qualcosa di me

Solo i sogni sono veri...

Let yourself daydream... Agree with your imagination...

An Angel in the City

il blog di Harielle

Un po' di mondo

Semplicemente un piccolo blog...

Stato Mentale

Racconti, riflessioni e altre inezie

Eric E Photo

Nature Inspired: Thoughts & Images

fashionarchaeology

digging deep into the history of dress

Michele Sorice

Innovazione Democratica | Comunicazione Politica | Partecipazione

See Norway - Se Norge

'Nature' looks best in large doses !

il lunedì degli scrittori

dopo i poeti della domenica, viene il lunedì degli scrittori o gli scrittori del lunedì, ma anche poeti. ma morta lì. niente santi, né navigatori. cioè, quelli del web sì, intendevo navigatori...insomma, fate voi. questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7-3-2001. le immagini e video qui inserite sono nella maggior parte tratte da internet; se qualche immagine e video violasse i diritti d'autore, comunicatemelo in un commento alla predetta immagine.

1000 Valvole

L'esperimento del fumetto indipendente

Affy

a fine binario

Viaggio in Progress

Il blog di viaggi di Tina Di Benedetto

LA BOTTEGA DELL'ANIMA

Chi semina amore raccoglie felicità - William Shakespeare

"La Toscana. Lucca. Il Mare. Dall'Aperitivo al Ristorante"

di Riccardo Franchini. Ristorante Lucca. Aperitivo Lucca. Ristorante Livorno. Aperitivo Livorno. Ristorante Firenze. Aperitivo Firenze. Ristorante Pisa. Aperitivo Pisa. Ristorante Viareggio. Aperitivo Viareggio. Ristorante Forte dei Marmi. Aperitivo Forte dei Marmi.

cristina bove

versi in transfert

b å m snapped

//explore your creativity

Barbara Picci

Il blog di Barbara Picci

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: